Ci abbiamo dato un taglio!

E alla fine l’abbiamo fatto! Siamo riusciti a tagliare i capelli a Pietro! Erano oramai mesi che provavamo a convincerlo a tagliarli, e -anche grazie ai preziosissimi consigli della nostra amica Paola Egi- ce l’abbiamo fatta. Fosse stato per me glieli avrei lasciati crescere all’infinito tanto erano belli, ma sapevo che era arrivato il momento di tagliarli. Non perché “Poverino ma non ha caldo? non suda? sembra una femmina!” No, per nessuno di questi motivi e per nessuno di altri mille motivi che mi sono sentita dire in quest’ultimo anno. “La mamma voleva una femmina”, “La mamma non vuole distaccarsi dal bambino”, la mamma, la mamma, la mamma… e il papà se lo dimenticavano sempre tutti! A noi nostro figlio piaceva così, e lui si piaceva. Tutto qui. Nessun problema patologico di nessuno, semplicemente gli crescevano tanto, era bello, si piaceva, e non voleva tagliarli. In fondo sono i suoi i capelli, mica i nostri? E se a lui piacevano così, che male c’era? E se proprio devo dire da cosa mi sentivo mossa interiormente, era da un fatto di rispetto dell’integrità di Pietro, come una forma di accettazione del suo modo di essere, così “rock ‘n roll” come lo ha definito una cugina di Francesco la settimana scorsa!

C’era una sola cosa che non capivamo: la sua pervicace resistenza a non volerli tagliare. E’ qui che ci si è palesata la risposta, semplicissima, in tutta la sua innocenza: aveva paura che tagliare i capelli fosse doloroso. Allora su consiglio della Paola abbiamo iniziato a giocare al parrucchiere e soprattutto a fargli vedere che tagliare i capelli non faceva male, così, sacrificando qualche ciocca la mamma tagliata direttamente da lui con la forbice vera, ha capito che il taglio non era doloroso e che si poteva fare. Dopo un mese di preparazione l’altra sera eravamo soli, stavamo facendo il bagno insieme, gli stavo lavando i capelli e ho pensato “Ora, è il momento”. L’ho portato fuori dalla vasca, l’ho spazzolato per benino, ho preso la forbice, raccolto i capelli e tagliato netto. Pensavo che sarebbe stato più doloroso per me, invece è stato un attimo. Ho scattato una foto un attimo prima, è stato catartico.

Poi abbiamo iniziato ad aggiustarli qua e là e più o meno un taglio quasi decente è venuto fuori! I capelli li abbiamo riposti in una bella scatolina, sono pur sempre una parte di lui, documento della sua crescita e del fatto che, è vero, a 3 anni si diventa grandi. Si dorme tutta la notte e piano piano si inizia a svezzarsi sempre di più, inesorabilmente. E io sono una mamma orgogliosa e felice, di un ometto che vedo crescere tutti i giorni, tutte le ore, tutti i minuti. Quando si è guardato allo specchio si è toccato dietro e mi ha detto con lo sguardo illuminato “Mamma sono felice che mi hai tagliato i papelli!”

Ciao meravigliosi capelli d’angelo.

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

12 Responses to Ci abbiamo dato un taglio!

  1. Poverino, chissà che paura aveva di tagliare i capelli!!
    Comunque, meno male che lo avete convinto, non tanto per tutte le ragioni che hai elencato ;-P
    quanto perché per lui è stata senz’altro una grande conquista 🙂

  2. nooooooooooooooooooooooooooooooooooo
    i suoi capelli nooooooooooooooooooooooooooooooooo
    In vita mia ho “conosciuto” SOLO 2 bimbi (maschi ovviamente) coi capelli lunghi e uno di questi è il tuo Pietro.
    Non taglio i capelli al mio da 2 anni per il semplice fatto che ha dei ricci meravigliosi. Ma che dico ricci, ha dei boccoli, dei boccoli che in vita mia non ho nemmeno mai visto! e più cresce più si imboccolano. In questi giorni di calura non ho fatto che pensare alle mamme di questi 2 cappelloni dandomi forza. si perchè ovviamente amici e parenti (marito e figlio più grande compresi) premono per un taglio “fresco poverino” ma io … nun ce la fo!
    ecco, diciamo anche che il mio “retroscena” sta forse nei pregiudizi che provo per il maschio col capello lungo (se coi dread poi …), lo trovo … FIGO, indipendentemente che lo sia oggettivamente!
    … e a Felipe ( il mio treenne) addirittura stanno spuntando i suoi primi 2 veri dreads …
    insomma, ora mi sento un pochino sola …

    • No dai, non sei sola, ti sostengo con il pensiero! 🙂

    • Hardcoredemamma says:

      Al mio li hanno tagliati i nonni del mio ex (non a caso) primo compagno. Aveva due anni e ho pianto per tre giorni! Adesso ha otto anni e stiamo cercando di farglieli ricrescere, li vorremmo alla kurt kobain per intenderci!, e non ci crederai ma quella carogna di sua nonna glieli ha tagliati DI NOTTE! Una violenza personale ogni oltre dire, ovviamente se tentassi di spiegarglielo non capirebbe ma mio figlio è stato malissimo…. Io credo che bisogna lasciare i nostri figli liberi di scegliere e questo vuol dire anche fargli conoscere tutti i modi in cui si puó essere o fare le cose, incluso anche i capelli corti o lunghi. Il mio li ha provati entrambi e ha scelto lunghi, quindi io non demordo!
      Baci msmma di capellone!
      Camilla g.

  3. Melia says:

    Oddio, no….. Piango. Per i capelli meravigliosi… E x la commozione che le tue parole come sempre mi danno….

  4. Hardcoredemamma says:

    Grazie per avermi fatto piangere lacrime di tenerezza. Non sono una sentimentale ma quando ce vò ce vò…..
    E sono sicura che Pietro è ancora più rock di prima!

    Camilla G.

  5. Questo articolo è bellissimo,complimenti!!!

  6. timoilbruco says:

    Ciao, ho letto questo post un po’ di tempo fa ma ogni tanto mi torna in mente, così ho deciso di tornare per dirti che mi ha colpito moltissimo, trovo che la tua sensibilità di mamma e il rispetto che dimostri per tuo figlio sono qualità bellissime…si fanno tante cose senza pensare perché le fanno tutti allora li consideriamo passaggi obbligati. Spero anch’io di trovare il modo di rispettare mio figlio nel suo corpo e nella individualità come hai fatto tu. Grazie di avermi fatto pensare!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s