“Amoe amoe”

Francesco Ciusa "Il bacio" 1922 particolare

E’ vero, ogni tanto bisogna lasciare che si annoino. Poi qualcosa da fare la trovano autonomamente. L’altro giorno stavo impastando il pane e Pietro continuava a cercare la mia attenzione, mi chiamava perché voleva che giocassi con lui -in questo periodo è fissato con le casette da fare con i cuscinoni dei divani- ma non potevo distogliermi da quello che stavo facendo, anche perché avevo le mani tutte infarinate e volevo portare a termine l’impasto del pane. Quindi continuavo a dirgli che non potevo giocare con lui in quel momento, di aspettare qualche minuto. La sua insistenza è andata piano piano scemando fino a che dopo una decina di minuti mi sono accorta che c’era troppo silenzio e mi sono girata a guardare cosa stesse facendo. Era seduto sul divano con una pila di libri d’arte che si era preso dalla libreria. Ultimamente lo fa spesso, attingere alla mia libreria. Aveva quasi tutta la mia piccola collana di artisti sardi, alcuni con le copertine tutte colorate, e parlottava da solo. Non riuscivo a capire cosa stesse dicendo, ma non ci facevo poi neanche tanto caso, mi piaceva anche solo l’idea di poter fare qualcosa e vederlo fare qualcosa in totale autonomia. Ad un certo punto, nel silenzio della mia concentrazione terapeutica della panificazione, sento la sua vocina: “Petto è amoe. Amoe, amoe. Papà, mamma, amoe.” Mi giro e lo vedo con in mano il libro su Francesco Ciusa, ne stava ammirando la copertina dove c’è un particolare della scultura “Il bacio”. Mi sono emozionata così tanto a sentire quelle paroline, così semplici, così piene. Che nonostante a volte ci sia tanta tensione tra la mamma e il papà per lui siamo sempre una fonte di amore. Poi l’altro ieri mi ha guardato tutto serio e mi ha detto “Mamma! Tu sei amoe!”.

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

5 Responses to “Amoe amoe”

  1. Eli says:

    Certo che hai una 2maledetta” capacità di commuovermi e farmi piangere che pochi hanno!!!! ‘Naggiiaaaattteeeee!!!
    Hai un bimbo che è una continua splendida scoperta!

  2. Eli says:

    Certo che hai una “maledetta” capacità di commuovermi e farmi piangere che pochi hanno!!!! ‘Naggggiiattteeeee!!!
    Hai un bimbo che è una continua splendida scoperta!

  3. Daria says:

    Troppo dolce Pietro! Lacrimoni!

  4. Barba... says:

    che dolce…lui ma anche tu 🙂

  5. Melia says:

    E poi dici a me che sono strappalacrime! Ma con quale coraggio?!
    PS: stai organizzando x le vacanze? 😉

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s