Amarene brusche!

Qualche tempo fa mia suocera mi ha regalato un barattolo di marmellata di amarene brusche acquistato in famoso un negozio di Reggio Emilia. Ha azzeccato i miei gusti perché io amo molto il sapore aspro, e così la scorsa settimana con mia immensa meraviglia ho scoperto che in campagna c’è un albero di amarene che non avevo mai visto. A detta di tutti i membri della famiglia quest’anno l’albero ha dato un eccezionale carico di frutti che erano anni che non dava! Ho deciso che potevo provare a farmi da sola la marmellata di amarene e così l’altro giorno mi sono cimentata nella raccolta. Prima di tutto mi sono procurata un aiutante alto e uno basso, e ognuno ha raccolto i frutti alla propria altezza!

Ecco qui dunque la ricetta di una marmellata che non è una marmellata perché è molto più morbida e succosa, è un qualcosa a metà strada tra una marmellata ed uno sciroppo che andrà benissimo sia sul pane che sulle torte che sul gelato…

Ingredienti:

1,2 kg di amarene snocciolate

700 gr di zucchero di canna grezzo

1 bustina di Fruttapec

il succo di 1 limone

4 noccioli di amarena da cui estrarrete la polpa

Lavate e asciugate le amarene. Snocciolatele e tenete sia i piccioli sia i nocciolini con cui potrete fare rispettivamente un infuso rinfrescante e un piccolo cuscinetto.

Schiacciate con uno spremiaglio 4 noccioli di amarena e togliete la polpa bianca che trovate all’interno, frantumatela e mettetela insieme alle amarene (curiosità: profuma di coccoina, la colla di quando eravamo piccoli!)

In una pentola alta mettere lo zucchero a cui avrete miscelato la bustina di Fruttapec e successivamente le amarene. Mescolate bene e con le mani spappolate il tutto creando una bella poltiglia. Poi mettete sulla fiamma viva e aspettate che arrivi ad ebollizione. Da quanto inizia a bollire contate almeno cinque minuti continuando a mescolare con un mestolo in legno. Spegnete il gas e continuate a mescolare per un minuto per far svanire la schiuma. Il composto dovrebbe essere a questo punto molto (troppo!) liquido, quindi aggiungete il succo di limone e rimettete a fiamma viva riportando ad ebollizione e facendo bollire mescolando per altri cinque minuti. Quando pensate che abbia raggiunto la consistenza che desiderate spegnete il gas e versate nei barattoli che avete preventivamente sterilizzato. Chiudete ermeticamente i barattoli e capovolgeteli per cinque minuti in modo da far uscire l’aria. Il tappo dovrebbe rientrare, se non fa clic toccandolo sopra vuol dire che l’operazione è riuscita! Quando si raffreddano i barattoli conservateli in frigorifero. Ho deciso di non far bollire i barattoli perché credo che li consumeremo molto presto…

Nota sul Fruttapec: non sono solita utilizzare in cucina questi ritrovati, però dopo essermi accertata che non contenesse colla di pesce ho deciso di usarlo perché mi ha consentito di metterci un’ora invece che 3 o 4… e avevo a disposizione solo il momento della nanna pomeridiana di Pietro!

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

4 Responses to Amarene brusche!

  1. Glo, mi hai fatto venire l’acquolina!!
    E come vi invidio questi scorci di vita campagnola…

  2. laveraarte says:

    Ma guarda noi siamo sempre alla ricerca di amici che vogliano venire con noi… la casa è enorme e c’è spazio per una squadra di calcio!

  3. Daria says:

    Buona! Sta cosa dei 4 noccioli non l’avevo mai sentita… ma si danno un gusto diverso? Io al posto del fruttapec uso l’agar-agar ne basta mezzo cucchiaino…

  4. laveraarte says:

    Daria aspettavo la tua osservazione in merito alla polpa dei nocciolini! Ma sai che non lo sapevo neanche io, è una cosa che ho scoperto l’altro giorno, prova ad aprirne una e senti che profumo delizioso che ha la polpa bianca… sa di mandorla fresca, lascia un profumo particolare! Ecco al posto del fruttapec cercavo qualcosa di più naturale ma non avevo tempo di cercarlo! Sarà per la prossima raccolta fra qualche giorno, dobbiamo andare a finire di raccogliere metà albero!!!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s